mercoledì 28 settembre 2011




domenica 10 luglio 2011

lucianina ........................





di........ Silvio AdDio

RIDARE POTERE ALLA BASE POPOLARE E' POSSIBILE CON IL RICONOSCIMENTO DELLA PERSONALITA' GIURIDICA DI PARTITI E SINDACATI


I partiti politici ed i sindacati sono delle associazioni di persone dalle quali dipende la vita democratica del paese ed ai quali la Costituzione stessa ha demandato il compito di dirigere la politica nazionale.
Logica vorrebbe che chi ha il compito di far funzionare democraticamente una nazione sia la più alta espressione di democrazia al suo interno e tale era anche l'intento dell'Assemblea Costituente che ha steso la nostra Costituzione.

Purtroppo la ricerca di una mediazione tra le diverse ideologie politiche ha portato ad una formulazione un po' infelice degli articoli che regolano la materia tanto da permettere ai partiti di eluderla di fatto.

Vediamo di fare un po' di chiarezza sulla questione: nel nostro sistema legislativo i partiti politici ed i sindacati rivestono una forma molto particolare : hanno lo status di ASSOCIAZIONI NON RICONOSCIUTE.

La loro disciplina è presente negli art 36 ,37 e 38 del Codice Civile ed è alquanto scarna e ciò lascia l'assurda possibilità che queste organizzazioni che si occupano della vita democratica del paese NON SIANO AL LORO INTERNO STRUTTURATE DEMOCRATICAMENTE!!! Ma LA COSTITUZIONE dice BEN ALTRO!

Procediamo con ordine:

l'articolo base in materia può essere considerato l'art 18 Cost.
I cittadini hanno diritto di associarsi liberamente,senza autorizzazione,per fini che non sono vietati ai singoli dalla legge penale.
Sono proibite le associazioni segrete e quelle che perseguono,anche indirettamente,scopi politici mediante organizzazioni di carattere militare. Non può di certo essere trascurato l'art 21 Cost. che come principio generale investe sia i singoli che le associazioni:
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e con ogni altro mezzo di diffusione. (continua)

Se la Costituzione fosse terminata qui la forma attuale di sindacati e partiti sarebbe perfettamente idonea, purtroppo (per loro) ci sono questi due seguenti articoli!
Art 39 Cost. L'organizzazione sindacale è libera.AI SINDACATI NON PUO' ESSERE IMPOSTO ALTRO OBBLIGO SE NON LA LORO REGISTRAZIONE presso uffici locali o centrali,secondo le norme di legge.
E' CONDIZIONE PER LA REGISTRAZIONE CHE GLI STATUTI DEI SINDACATI SANCISCANO UN ORDINAMENTO INTERNO A BASE DEMOCRATICA!

I SINDACATI REGISTRATI HANNO PERSONALITA' GIURIDICA. Possono rappresentati unitariamente in proporzione dei loro iscritti,stipulare contratti collettivi di lavoro con efficacia obbligatoria per tutti gli appartenenti alle categorie alle quali il contratto si riferisce!

Art 49 Cost. Tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere CON METODO DEMOCRATICO a determinare la politica nazionale. Quindi la Costituzione ha previsto delle FORME PARTICOLARI per i sindacati e partiti politici!
Con i SINDACATI è di una chiarezza estrema : E' PREVISTA LA LORO REGISTRAZIONE IN UNA FORMA CHE PREVEDE L'ACQUISTO DELLA PERSONALITA' GIURIDICA! DEVONO DOTARSI DI UNO STATUTO CON UN ORDINAMENTO INTERNO A BASE DEMOCRATICA.
Con i Partiti è stata meno esplicita ma il riferimento al METODO DEMOCRATICO non può essere interpretato se non in riferimento all'antecedente art 39 (purtroppo i nostri padri costituenti venendo da un ventennio complicato e da una guerra anche civile pesavano e misuravano le parole)!
Vediamo quindi di capire queste regole che la Costituzione ha previsto: Innanzitutto LA REGISTRAZIONE E L'ACQUISTO DELLA PERSONALITA' GIURIDICA non sono altro che atti formali per “costringerli” ad adottare uno STATUTO ED UN METODO DEMOCRATICO AL LORO INTERNO!

LO STATUTO sarebbe in questo modo pubblico e dovrebbe indicare tutte le regole a cui il partito sottostà: si dovrebbero indicare i fini del partito,il suo modello sociale di riferimento,LE REGOLE A CUI CI SI DEVE ATTENERE E LE CARATTERISTICHE PER POTERSI ISCRIVERE E CANDIDARE, QUANTE VOLTE CI SI PUO' CANDIDARE (se un partito avesse nello statuto la norma che non si possono candidare inquisiti e condannati qualsiasi iscritto si potrebbe opporre ad una candidatura di un soggetto con tali requisiti anche ricorrendo alla magistratura) ecc ecc !

MA IL PUNTO FONDAMENTALE E' CHE LA COSTITUZIONE VUOLE CHE A DECIDERE LA LINEA DI PARTITI E SINDACATI SIA LA BASE E NON IL VERTICE e che questo altro non è che l'applicazione dell'ARTICOLO 1 della stessa che recita ...LA SOVRANITA' APPARTIENE AL POPOLO CHE LA ESERCITA NEI LIMITI E NELLE FORME DELLA COSTITUZIONE, che altro non vuol dire che LA COSTITUZIONE FISSA LE REGOLE DEL GIOCO E LA PARTITA LA GIOCA IL POPOLO!

Quindi la Costituzione prevede espressamente LA DEMOCRAZIA DIRETTA IN PARTITI E SINDACATI ,ossia una forma di PRIMARIE al loro interno riservata chiaramente ai loro iscritti! Questo sistema permette di rispettare la democrazia a prescindere dalla legge elettorale! Anche con l'attuale legge elettorale (il porcellum della lega) sarebbe rispettata la democrazia in quanto alle elezioni arriverebbero sempre candidati scelti dalla base dal partito e non nominati dai vertici!
NON E' DIFFICILE COMPRENDERE QUINDI PERCHE' I VERTICI DI PARTITI E SINDACATI SI SIANO DIMENTICATI DI CHIEDERE LA REGISTRAZIONE (vogliono chiaramente detenere loro il potere decisionale)!

L'obiezione fondamentale che i partiti e i sindacati hanno sempre rivolto ai sostenitori del riconoscimento è stata quella della mancanza di un registro pubblico dove poter effettuare di fatto la registrazione; Ma la situazione è cambiata completamente con il DPR 10-2-2000 n 361 che ha introdotto (finalmente) un REGOLAMENTO con le NORME PER IL RICONOSCIMENTO DELLA PERSONALITA' GIURIDICA per le associazioni e le fondazioni !

Ecco cosa recita l'art 1:
Art. 1.Procedimento per l'acquisto della personalita' giuridica1. Salvo quanto previsto dagli articoli 7 e 9, le associazioni, le fondazioni e le altre istituzioni di carattere privato acquistano la personalita' giuridica mediante il riconoscimento determinato dall'iscrizione nel registro delle persone giuridiche, istituito presso le prefetture.

2. La domanda per il riconoscimento di una persona giuridica, sottoscritta dal fondatore ovvero da coloro ai quali e' conferita la rappresentanza dell'ente, e' presentata alla prefettura nella cui provincia e' stabilita la sede dell'ente. Alla domanda i richiedenti allegano copia autentica dell'atto costitutivo e dello statuto. La prefettura rilascia una ricevuta che attesta la data di presentazione della domanda.(continua)...

QUINDI BASTA CHE UN RAPPRESENTANTE DI UN PARTITO O SINDACATO SI RECHI FISICAMENTE NELLA PREFETTURA DELLA PROVINCIA DELLA SEDE DELLA ASSOCIAZIONE PORTANDO LA DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER OTTENERE IL RICONOSCIMENTO.
Niente di più facile,non sono necessarie ne nuove leggi ne complicate modifiche costituzionali o referendum!

Basta che un singolo partito o sindacato prenda l'iniziativa per costringere di fatto tutti gli altri a seguirlo perchè si troverebbe nell'invidiabile posizione di potersi presentare al cittadino come l'unico partito democratico! Chiaramente questa soluzione non è certo auspicata dai dIRIGENTI degli attuali partiti che vedrebbero enormemente ridotto il loro potere in quanto continuamente sottoposti al vaglio democratico delle basi in questa nuova forma di DEMOCRAZIA DIRETTA! IN CONCLUSIONE NON ESISTE PIU' NESSUN MOTIVO VALIDO PER CUI PARTITI E SINDACATI NON DEBBANO CHIEDERE IL RICONOSCIMENTO E CIO' DIMOSTRA LA LORO ATTUALE MALA FEDE E DESIDERIO DI CONTINUARE A GESTIRE IL POTERE VERTICISTICAMENTE!

Quello che VI propongo con questo post è di CREARE UN MOVIMENTO DI OPINIONE che lotti per L'ATTUAZIONE DI QUESTA PARTE DELLA COSTITUZIONE,ossia che renda di PUBBLICO DOMINIO questo argomento certamente un po' tecnico ,ma che, se attuato, porterebbe ad una rivoluzione veramente democratica e, sicuramente più efficace, per i cittadini, delle varie riforme elettorali o federali continuamente proposte al solo scopo di distrarci dai veri problemi del sistema.

L'importante è che se ne cominci a parlare,che l'argomento diventi popolare,che se ne parli come si parla ad esempio di federalismo o di legge elettorale;quando l'argomento avrà un buon numero di conoscitori qualche piccolo partito in cerca di notorietà (e di voti) sicuramente proverà a fare il passo (giuridico) per potersi presentare agli elettori come l'unico partito veramente democratico costringendo poco alla volta tutti gli altri a seguirlo!





Link sull'argomento

http://www.dirittoestoria.it/l​avori2/Contributi/Frosini-Una-​legge-sui-partiti%20politici.h​tm http://www.pri.it/settembre/De​lPenninopartito.htm

http://www.infoegio.it/h3/h3/a​IGportale/d?NRECORD=MO00-AAAAD​YXC%3BSEZIONE.x%3D2 http://www.nascitacostituzione​.it/05appendici/04p1/04p1t4/02​/01/index.htm?008.htm&2


http://www.giurdanella.it/main​f.php?id=7496
LA DISCUSSIONE DELLA COSTITUENTE SULL'ARGOMENTO PRIMA DELLA APPROVAZIONE DELLA COSTITUZIONE STESSA (inizia la discussione il compianto ALDO MORO)

http://www.nascitacostituzione​.it/05appendici/04p1/01p1t1/02​/01/index.htm?001.htm&2

Definizioni per aiutare la comprensione degli articoli della Costituzione: PERSONA GIURIDICA E' un essere giuridico ,una finzione (che si distingue dalla PERSONA FISICA che èun normale essere umano), che ha un nome e la possibilità di avere un patrimonio e che per svolgere la sua attività ha bisogno di rappresentanti umani ;gli atti giuridici che gli esseri umani compiono è come se venissero compiuti da questo essere finto che è giuridicamente in grado di fare tutto quello che è in grado di fare un uomo eccetto sposarsi e avere figli! Le Società per Azioni, le SRL sono esempi di persone giuridiche ma anche le Fondazioni ed tantissimi enti pubblici ad esempio Regioni ,Provincie Comuni....


ASSOCIAZIONE NON RICONOSCIUTA

Sono tutte quelle associazioni che non sono Persone Giuridiche e che quindi agiscono in nome del presidente o direttore! Il nome è fuorviante perché non vuol dire che sono sconosciute,infatti sono regolate dal Codice Civile ma semplicemente (per dirla terra terra) che sono una via di mezzo tra le Persone Fisiche (gli esseri umani) e le Persone Giuridiche (esseri finti inventati dal diritto)

STATUTO E' un atto che viene votato da tutti gli appartenenti della associazione e che contiene tutte le regole dell'associazione stessa. Una volta approvato deve essere rispettato da tutti gli appartenenti e può essere modificato solo con maggioranze molto alte.

ORDINAMENTO INTERNO A BASE DEMOCRATICA Indica semplicemente che tutte le decisioni devono essere espresse con votazioni democratiche Mostra altro
Di: Silvio AdDio


Silvio AdDio Vorrei che fosse chiaro a tutti che io non ho la presunzione di aver scoperto un metodo per riportare i partiti sotto il controllo degli elettori!Questo argomento oltre che essere presente negli art 39 e 49 della Costituzione è stato oggetto di lunghissime discussioni all'interno della Assemblea Costituente che ha redatto la Costituzione e di cui i 2 articoli suddetti sono l'espressione!Per chi volesse approfondire l'argomento ho messo il link delle discussioni assembleari.

Inoltre questo argomento è ovviamente trattato in ogni testo di Diritto Costituzionale e costituisce oggetto di convegni e dibattiti in ambito dottrinario(ho provveduto a linkare alcune discussioni).

Infine e non ultimo la soluzione del riconoscimento legale dei partiti è stata adottata in tutti i principali paesi democratici e questa è forse la prova piu' evidente che è la forma almeno teoricamente piu' conveniente per la democrazia!Il mio compito è solo quello di cercare di diffondere anche tra la gente comune un argomento cosi' importante per il futuro democratico dell'Italia in modo da far si che i partiti lo adottino spinti dalla pressione popolare!
Infatti nel 2000 è stato istituito il registro per le persone giuridiche per cui è venuto a cadere l'ostacolo che impediva ai partiti di chiedere il riconoscimento (Decreto che i politici oggigiorno ben si guardano dal citare).

Per cui invito tutti a leggere la nota,sono a disposizione di chiunque voglia chiarimenti!